Immediatamente ho deciso che dovevamo trovare qualcosa da fare e così li ho convinti a fare un giro in bicicletta fino a Grado Pineta per andare al parco giochi sulla spiaggia. Mai decisione più felice, da una gita sotto casa i ragazzi hanno subito trovato cose interessanti per passare il tempo anziché picchiarsi e urlare. Mi hanno aiutato a preparare lo zaino con acqua e biscotti e siamo partiti. Lungo la spiaggia abbiamo visto ruspe e camion di tutte le dimensioni che stavano sistemando l’arenile. Nulla di interessante forse per noi adulti ma a loro è piaciuto tantissimo. A metà ciclabile per colpa di un cantiere abbiamo dovuto deviare in mezzo alla pineta con un pezzo di fuoristrada non calcolato. Axel era il più contento di tutti ed orgoglioso di essere l’unico a non mettere mai i piedi a terra. Arrivati alla meta non hanno neanche guardato il parco giochi ma tolte le scarpe si sono messi subito a scavare tutti assieme con i piedi in acqua. E’ arrivato mezzogiorno che neanche ce ne siamo accorti felici come eravamo. Piccole cose che spero i miei ragazzi un giorno ricorderanno con amore.