Categorie
Itinerari

IN BICICLETTA LUNGO L’ALPE ADRIA

L’Alpe Adria è la ciclovia che collega Grado a Salisburgo. Lunga 415 km si snoda quasi interamente su pista ciclabile asfaltata ed è adatta a tutti e a qualsiasi bicicletta, ci vogliono almeno 5 giorni per farla tutta con calma e godendosi il viaggio.
Il tratto che noi amiamo di più è quello che dalla vecchia stazione di Chiusaforte porta a Tarvisio, si pedala lungo la vecchia ferrovia su ponti in ferro e gallerie, non sempre sono illuminate e vi suggeriamo di dotarvi di buone luci. Le stazioni che erano state abbandonate ora sono riconvertite in ristori per cicloturisti.

Di seguito trovate le tappe che potete fare e le distanze in modo tale da poter programmare al meglio la vostra uscita.

RESIUTTA
Da Chiusaforte si può pensare di pedalare per un tratto verso sud e raggiungere Resiutta, lungo la strada principale si può mangiare un pollo allo spiedo speciale e un gelato buonissimo. Noi compriamo il pollo e lo mangiamo a Povici di sotto dove si trova una zona sosta camper e dei tavolini per fare uno splendido pic-nic lungo il fiume dove fare il bagno in totale sicurezza.

CHIUSAFORTE
La vecchia stazione di Chiusaforte è stata adibita a ristoro per i tantissimi ciclisti che frequentano l’Alpe Adria. Dotati di biciclette e seggiolini a noleggio, piccola officina, ristorante e stanze da letto è il luogo ideale per iniziare la vostra gita. Se decidete di sostare per la notte vi ricordo che le stanze sono belle e ampie ma il bagno si trova all’esterno della camera. Per tutte le informazioni sulla stazione di Chiusaforte leggi qui

PONTEBBA
Da Chiusaforte iniziate a pedalare verso nord tra boschi e vecchi ponti ferroviari. Dopo 12 km raggiungerete Pontebba, il tragitto è in leggera salita perché segue la vecchia ferrovia ma sono comunque impegnativi per i ragazzi quindi prendetevi il tempo necessario per delle soste. Se volete iniziare la vostra gita da Pontebba parcheggiate al palazzetto del ghiaccio, la ciclabile inizia lì vicino.

MALBORGHETTO
Da Pontebba a Malborghetto sono 10 km, vi suggeriamo una sosta al piccolo borgo tenuto perfettamente. Proprio dal centro del paese potete fare un giro a piedi a ANIMALBORGHETTO, un sentiero all’interno del bosco dove si possono ammirare le sagome degli animali, che popolano queste zone, a dimensione naturale.

UGOVIZZA
Ugovizza dista 3km da Malborghetto, potete fermarvi alla vecchia stazione adibita anche questa a ristoro per i ciclisti, potete trovare i prodotti caseari della zona, una pista di pump truck, un noleggio biciclette e un piccolo parco giochi. Splendido il panorama con le maestose Alpi che fanno da cornice a tutta l’Alpe Adria. Da Ugovizza potete optare per due percorsi:
1) Raggiungere Valbruna a 5km;
2) raggiungere Tarvisio a 10km.

VALBRUNA
Valbruna è un piccolissimo paese di montagna circondato da maestose montagne. Lasciata l’Alpe Adria pedalerete in tutta tranquillità su strade normali ma a bassissimo scorrimento. Attraversato il paese potete optare per dei tragitti su sterrato ma impegnativi per i ragazzi o semplicemente pedalare in lungo e largo ammirando il panorama. Sosta inevitabile presso I DOLCI DI IRMA, pasticceria che troverete in centro dove potrete mangiare dei dolci superbi che vi daranno la carica per continuare a pedalare.

TARVISIO
Tarvisio dista 10km da Ugovizza e merita una sosta per visitare il monte Lussari raggiungibile con la cabinovia. Sulla cima del monte oltre a ristoranti e bar troverete una piccola cappella in onore della Madonna. Per tutte orari e prezzi della cabinovia leggi qui

Come avete potuto leggere le cose da fare e vedere lungo l’Alpe Adria sono davvero tante, potete optare per diversi percorsi di lunghezza diversa ma di difficoltà omogenea. Fattibili con qualsiasi bicicletta e carrello al seguito la ciclovia è asfaltata e larga. Paesi di montagna da scoprire e tanti percorsi a piedi e in bicicletta. Potete pensare di dormire nelle vecchie stazioni ferroviarie o in alberghi lungo il percorso.

Per qualsiasi domanda o dubbio contattaci qui

Categorie
Itinerari

L’ALPE ADRIA CON I BAMBINI

Avete mai sentito parlare dell’Alpe Adria?
L’Alpe Adria è una bellissima ciclovia che collega Grado a Salisburgo, in Austria. E’ praticabile tutto l’anno ma in primavera ed estate è stupenda. In questo periodo potete incrociare tantissime famiglie con bambini che attraversano il valico di Coccau, a Tarvisio, per raggiungere le spiagge di Grado.
L’Alpe Adria offre un’infinita serie di possibilità per percorrerla. Lungo i tanti chilometri ci sono piccole e grandi stazioni ferroviarie dove fermano i treni dotati di portabici, non serve pagare il supplemento. Potete optare anche tra i vari BICIBUS, che collegano piccoli paesi di montagna o vi danno la possibilità di rientrare in Austria una volta raggiunta Grado o viceversa
Il pezzo che noi preferiamo è quello che collega Resiutta a Tarvisio. La pista ciclabile è stata realizzata seguendo il tracciato della vecchia ferrovia, dismessa definitivamente nel 2000 con un grave danno per le piccole comunità montane.

IL TRATTO CHE NOI AMIAMO
Ogni anno approfittiamo per andare a CHIUSAFORETE da dove iniziamo la nostra avventura e l’anno scorso, per la prima volta, abbiamo deciso di dormire nella vecchia stazione ferroviaria riconvertita per dare supporto a più di 1.000.000 di ciclisti di passaggio. Le camere sono ampie e accoglienti con vista sui monti, l’unico inconveniente è il bagno posto all’esterno della propria stanza ma dotato di tutte le comodità.
Alla stazione potete approfittare per pranzare, mangiare un gelato circondati dalle montagne o se siete sprovvisti potete noleggiare le biciclette con seggiolino per i più piccoli o aggiustare eventuali guasti capitati ai vostri mezzi.

CHIUSAFORTE-PONTEBBA
Il primo giorno abbiamo pedalato verso nord raggiungendo Pontebba, piccolo paese di montagna, 12 km tutti in salita e impegnativi per i ragazzi. Li abbiamo affrontati con calma e con diverse soste in punti strategici con viste mozzafiato. Si attraversano ponti in ferro e gallerie molto lunghe, per questo vi consigliamo vivamente di dotarvi di luci sui caschi o sulle biciclette. Giunti a Pontebba ci siamo goduti un meritato gelato in centro e dopo aver riposato le gambe abbiamo affrontato la discesa, molto più rilassante. Ma volete mettere la soddisfazione di dire “io ce l’ho fatta”, ragazzi stanchi ma con l’autostima migliorata notevolmente.
La giornata è terminata con una cena solitaria all’aperto a base di frico e goulash, piatti tipici della zona.

CHIUSAFORTE-RESIUTTA
Il secondo giorno abbiamo pedalato verso sud raggiungendo Resiutta. Il tratto di ciclabile attraversa tutto un bosco nell’assoluto silenzio, anche qui non mancano le gallerie anche se il tratto è meno caratteristico di quello per raggiungere Pontebba.
Abbiamo attraversato il piccolo centro di Resiutta, dove per altro si mangia un pollo allo spiedo fantastico, e abbiamo raggiunto Povici, piccolissimo borgo da dove sono partiti quasi tutti gli abitanti dopo il terremoto del 1975. Si rianima in estate quando, in tutta la Carnia, ritornano per le vacanze estive gli emigrati in Francia e Australia. A Povici troverete un piccolo parco giochi dotato di tavoli da pic-nic e soprattutto il fiume del nostro cuore. Acqua bassa e limpida, si può fare il bagno tranquillamente circondati dai monti.
In fine bisogna anche ripartire e dopo un buon gelato artigianale abbiamo affrontato la salita. Il ritorno è sempre impegnativo ma preso con calma e fatte le dovute soste si può fare tranquillamente.
Sperando di avervi dato utili consigli speriamo di incrociare anche voi, tra qualche mese, tra questi splendidi monti.

Questo sito utilizza i cookie (tecnici e analitici) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Per saperne di più Cookie policy